lunedì 20 aprile 2015

Difese imunitarie basse combattile con il reishi

 Cause delle difese immunitarie basse

1. Stress
Molti di noi spesso non lo sanno ma lo stress è il maggior responsabile di un sistema immunitario debole ed è causa delle difese immunitarie basse. Lo stress cronico  causato da situazioni stressanti o eventi che durano per un lungo periodo di tempo  aumenta i livelli di cortisolo del corpo che diminuisce la produzione di prostaglandine "buone".

Le prostaglandine buone sono molecole del nostro organismo che hanno la funzione di  messaggeri cellulari che supportano la funzione immunitaria, dilatano i vasi sanguigni, fluidificano iul sangue e hanno proprietà anti-infiammatorie.
Lo stress cronico può renderci più sensibili a raffreddori e influenza, così come ci può portare a gravi problemi di salute come le malattie cardiache, diabete e altre malattie.

Per ridurre lo stress, causa delle difese immunitarie basse, sono utili attività come lo yoga, la meditazione, ma fa molto bene anche ridere e avere un approccio positivo alla vita. In questo modo è possibile sconfiggere lo stress cronico o prevenirlo.

2. Una dieta povera
Un consumo prolungato ed eccessivo di zuccheri raffinati e cibi altamente elaborati, contenenti pesticidi, additivi chimici e conservanti può indebolire il sistema immunitario e renderlo vulnerabile allo sviluppo di patologie croniche.

Uno studio pubblicato sull'American Journal of Clinical Nutrition ha rilevato che la capacità dei globuli bianchi di eliminare i batteri è notevolmente ostacolata per ben 5 ore dopo aver mangiato 100 g di zucchero (equivalente a tre lattine di bibite zuccherate).

Una dieta sana dovrebbe includere molta  frutta, verdura, cereali integrali e latte a basso contenuto di grassi, tutti cibi che rinforzano un sistema immunitario debole.

3. Troppo alcol
L'alcol, come lo zucchero, consumato in eccesso può ridurre la capacità dei globuli bianchi di uccidere i batteri. I danni al sistema immunitario aumentano in proporzione alla quantità di alcol consumato che è causa di difese immunitarie basse.

A breve termine, l'assunzione di alcol in eccesso aumenta il numero di incidenza  di raffreddori.

A lungo termine, l'alcol può ostacolare il funzionamento delle cellule immunitarie, aumentando quindi la suscettibilità alle malattie infettive e al cancro, conseguenza di difese immunitarie basse.

4. Dormire poco
Senza una quantità adeguata di sonno, il sistema immunitario non ha la possibilità di rigenerarsi, e diventa debole. Se abbiamo le difese immunitarie basse cosa fare per aumentarle? Se dormiamo poco, dormire di più ci può aiutare.

Un sonno scarso è associato a un ridotto numero di cellule T, globuli bianchi che aiutano il corpo a combattere le malattie.

Molti studi dimostrano che le persone che non dormono bene la notte o che non dormono un numero di ore sufficiente (come dormire meno di sette ore a notte) hanno più probabilità di ammalarsi dopo essere stati esposti a un virus, come il comune raffreddore.

5. Obesità
L'obesità può portare ad un indebolimento del sistema immunitario. Può influenzare la capacità dei globuli bianchi di moltiplicarsi, produrre anticorpi, e prevenire l'infiammazione.

Uno studio condotto dalla nuova University of North Carolina alla Chapel Hill School of Medicine su topi di laboratorio dimostra che l'obesità riduce la capacità del corpo di attivare le cellule del suo sistema immunitario necessarie per il controllo della sindrome influenzale.

6. Scarso esercizio fisico
Con un moderato esercizio fisico aumenta il flusso di sangue che promuove il processo di detossificazione, cioè l'eliminazione  dei rifiuti tossici dal tuo corpo.

Il miglioramento della circolazione sanguigna favorisce anche la circolazione di anticorpi e globuli bianchi che sono importanti per combattere le infezioni. Appena 20 minuti di corsa leggera o camminate, cinque giorni alla settimana, può aiutare il sistema immunitario a svolgere al meglio la sua attività.

Secondo una ricerca scientifica, le persone inattive hanno avuto il doppio dei giorni di malattia a rispetto ai soggetti che camminavano o facevano una corsa quasi ogni giorno.

Se, facciamo poco moto e abbiamo le difese immunitarie basse Cosa fare allora? Basta fare un po' di sport, senza esagerare però. Gli sforzi eccessivi possono essere controproducenti e aumentare lo stress, soprattutto se facciamo sport in modo competitivo.

7. Farmaci
Alcuni farmaci da prescrizione e da banco sono delle vere e proprie sostanze tossiche che introduciamo nel nostro corpo. L'uso eccessivo di antibiotici e farmaci per combattere raffreddore e febbre indebolisce il sistema immunitario.

I ricercatori hanno scoperto che alcune persone che assumono antibiotici avevano ridotto i livelli di citochine, i messaggeri ormonali del sistema immunitario.

Si hanno maggiori probabilità di sviluppare batteri resistenti o di ammalarsi, quando il sistema immunitario debole.

8. Scarso igiene
La mancanza di abitudini igieniche adeguate espone il corpo ad una maggiore quantità di germi che portano così alle difese immunitarie basse.
Abitudini come lavarsi i denti due volte al giorno, lavarsi le mani prima di mangiare correttamente e mantenere le unghie pulite e ordinate possono tenere a bada le infezioni.

9. Fumo
Le sigarette contengono oltre 4.000 sostanze chimiche, che sono tutte estremamente tossiche per l'organismo. E, maggiore è la quantità di sostanze tossiche presente nel vostro corpo, più debole è il sistema immunitario, più le difese immunitarie sono basse.

Anche l'esposizione al fumo passivo  può influenzare il sistema immunitario. Si possono scatenare attacchi d'asma e aggravare i sintomi in persone con allergie.

Quindi, non solo è bene smettere di fumare, ma anche incoraggiare i propri amici e familiari ad abbandonare le sigarette.

10. Esposizione alle radiazioni
L'esposizione ai raggi UV, e l'esposizione alle radiazioni portano ad un sistema immunitario debole.

11. Disidratazione
E' fondamentale  mantenere un buon livello di idratazione per aiutare a eliminare le scorie prodotte da qualsiasi malattia e per aiutare il sistema immunitario a combattere le infezioni. La disidratazione può influenzare la vostra energia e il sonno, e la capacità di eliminare le tossine dal corpo.

L'assunzione di alcuni integratori e  qualche cambiamento nello stile di vita può rafforzare il  sistema immunitario.


Difese immunitarie basse cosa fare?
Un ottimo integratore per aumentare le difese immunitarie basse e rinforzare un sistema immunitario debole è il Ganoderma Lucidum o Reishi.

Scopri come il Ganoderma Lucidum aumenta le difese immunitarie


Come il Ganoderma Lucidum aumenta le difese immunitarie?

Tra i vari effetti sul nostro organismo, molti studi mettono in risalto la capacità del Ganoderma Lucidum di aumentare le difese immunitarie basse.

Lo sai che quasi il 90 % delle malattie del corpo umano sono strettamente correlate al nostro sistema immunitario? Questo articolo fornisce una comprensione generale di come funziona il meccanismo di auto-difesa del nostro sistema immunitario  e come il Ganoderma Lucidum modula queste difese,  la cui funzione è anche quella di controllare e bloccare l'insorgere dei tumori.

Le nostre cellule immunitarie (leucociti o globuli bianchi) sono generalmente suddivise in:
      Fagociti (compresi i fagociti, cellule dendritiche, neutrofili)
      Cellule natural killer
      Cellule T (cellule Th1 e Th2)
      Cellule B, responsabili della produzione di anticorpi.
Normalmente in una persona sana esistono tra 3.500 a 9.000 globuli bianchi in un microlitro di sangue. Quando la conta leucocitaria è inferiore a 3.000, abbiamo un  sistema immunitario debole e il corpo è incline alla malattia. Quando la conta è oltre 10.000, il corpo ha sicuramente un'infezione e produce più globuli bianchi  per eliminare i patogeni.
Quando la conta leucocitaria è estremamente elevata, il corpo può essere affetto da una malattia autoimmune, per  esempio asma, lupus eritematoso sistemico, artrite reumatoide, spondilite anchilosante, sclerodermia o leucemia.Ill nostro sistema immunitario dovrebbe essere "modulato" in modo che non sia nè iperattivo, nè ipoattivo.

Una persona ha un sistema immunitario forte quando:
    si ammala di rado
     guarisce rapidamente dopo una malattia

Quando una sostanza estranea penetra nel nostro corpo, il nostro sistema immunitario viene attivato e dà luogo ad una reazione chiamata risposta immunitaria, che può essere classificata come:
     risposta immunitaria aspecifica o innata. Le cellule immunitarie chiamate in causa sono le cellule natural killer e i fagociti.
    specifica o risposta immunitaria adattativa. Le cellule immunitarie di seconda linea sono le cellule T e le cellule B.

Come avviene la battaglia immunitaria
Prima linea di difesa: i fagociti

Agiscono come forze di polizia che pattugliano  una città, con due funzioni principali :
1) distruggere gli agenti patogeni dannosi che invadono il nostro corpo.
2 ) attivare la risposta immunitaria adattativa, informando le cellule T di questi patogeni. Viene attivata la produzione di anticorpi  e le cellule T memorizzano i patogeni per accelerare la risposta immunitaria in caso si ripresentassero gli stessi intrusi.
Come agisce il ganoderma Lucidum
 Il Ganoderma Lucidum rinforza i fagociti, in modo che la risposta innata possa essere attivata più rapidamente. Gli agenti patogeni possono essere rapidamente eliminati e quindi si possono prevenire ulteriori invasioni. Il nostro sistema immunitario si rafforza e aumenta il numero di cellule immunitarie. Uno studio universitario ha scoperto che il ganoderma lucidum può sopprimere le cellule tumorali. Nel 2004 un altro studio ha dimostrato il meccanismo di attività anti-tumorale del polisaccaride contenuto nel Ganoderma.
Prima linea di difesa: le cellule natural killer
Le natural killer costituiscono il 15 % dei globuli bianchi nel sangue umano. Sono incaricate di distruggere le  cellule mutate o tumorali prima che queste cellule si trasformino in tumori maligni.

Come interviene il Ganoderma Lucidum
Secondo studi clinici condotti su adulti sani, l'attività delle cellule natural killer nel corpo umano può essere aumentata dal consumo a lungo termine di estratti d Ganoderma Lucidum ogni giorno.
Seconda Linea di Difesa Cellule T
Se il numero di virus e batteri è troppo alta , il sistema immunitario di prima linea non basta più. Le cellule di prima linea soccombono e muoiono e, insieme ad altre cellule morte, tutti questo materiale si accumula nel corpo, causando sintomi come arrossamento, gonfiore, infiammazione o anche suppurazione (formazione e scarico di pus).

Fortunatamente, vengono allertate le cellule di difesa T di seconda linea. Le cellule T sono impegnate in molte attività, tra cui:
    la ricezione di messaggi
    eliminare i nemici
    la memorizzazione delle informazioni

Cellule T si dividono in:
    Le cellule T citotossiche. Quando le cellule T ricevono informazioni inviate dai fagociti sulle caratteristiche dei patogeni, memorizzano le informazioni in modo da essere pronte a reagire nel caso dovessero incontrare di nuovo gli stessi patogeni.
    le cellule T helper. Queste comunicano agli altri fagociti e alle cellule B con le informazioni sul patogeno.
Al fine di realizzare i numerosi compiti, le cellule T helper si differenziano in 2 tipi di cellule helper che si occupano di 2 diversi tipi di risposte immunitarie. Queste potranno decidere che tipo di armi da impiegare per distruggere i nemici in questa guerra immune.
     Le cellule T helper 1 che assistono le cellule T
     le cellule T helper 2   che aiutano le cellule B a produrre anticorpi, in particolare un tipo di anticorpo chiamato  IgE (immunoglobuline) che svolgono un ruolo importante nella reazione  allergica asmatica.
 L'equilibrio Th1/Th2 ottimale avviene quando ci sono più cellule Th1 che Th2. L'aumento dell'attività delle cellule Th1 aiuta a rafforzare le difese immunitarie e aiuta le Th2  nella modulazione dell'immunità evitando le reazioni allergiche.

 La perdita di questo equilibrio può indurre malattie causate dallo sconvolgimento del sistema immunitario come allergie, neurite periferica, malattia di Crohn, artrite reumatoide, spondilite anchilosante e SLE. Il trattamento clinico convenzionale include steroidi e farmaci immuno-soppressori.

Come funziona il Ganoderma Lucidum
Da test effettuati sembra che il Ganoderma aumenti il numero delle Th1 rispetto alle Th2. Il Ganoderma rafforza le difese nei periodi di bassa immunità (grazie al polisaccaride) e abbassa l'immunità nei momenti di eccessiva reazione allergica (grazie ai triterpeni) modulando la funzione delle cellule T.

In altre parole, nel Ganoderma Lucidum ci sono 2 sostanze con 2 diversi meccanismi d'azione, e condividono lo stesso obiettivo nonostante le loro differenze. Le due sostanze lavorano insieme contemporaneamente, aiutando leTh1 e Th2 a migliorare l'immunità e a prevenire allergie: ecco come il Ganoderma modula il nostro sistema immunitario.


Seconda linea di difesa: le cellule B e gli anticorpi

Quando le cellule Th trasmettono le informazioni sugli agenti patogeni alle cellule B, le cellule B li esaminano, individuano i punti deboli degli agenti patogeni e decidono come annientare gli invasori.
Si trasformano in plasmacellule per produrre gli anticorpi. In modo simile alla necessità per i soldati di avere le armi adatte e sufficienti per vincere una guerra, le cellule T hanno bisogno di cellule B e di anticorpi per vincere la guerra immunitaria.Gli anticorpi o immunoglobuline possono essere classificati in cinque categorie principali :
    IgA - si trovano nelle  lacrime, negli apaprati respiratorio e digerente
    IgD
    IgE - si uniscono con i mastociti che secernono istamina per far fronte ai danni ai tessuti o agenti patogeni allergizzanti derivanti da punture di insetti
    IgM - le prime  a comparire con l'arrivo di agenti patogeni
    IgG - compaiono subito dopo le IgM

Maggiore è il numero di cellule B, e più anticorpi (armi) possono essere prodotti. Questi anticorpi salvano le informazioni sugli agenti patogeni nella loro memoria a lungo termine per preparare una risposta immediata alla stesso invasore se dovesse essere rilevato nuovamente. Di solito ci vogliono dai 7 ai 10 giorni ad un corpo umano sano per produrre il primo lotto di anticorpi quando nuovi agenti patogeni lo invadono. Il tempo sarà più lungo per una persona con un sistema immunitario più debole. Al secondo incontro, il corpo può produrre gli anticorpi più rapidamente perché le cellule B hanno già il "brevetto" per crearli.

Come funziona il Ganoderma Lucidum
In alcuni esperimenti, si è visto un aumento IgA, IgM e IgG rispetto al gruppo di controllo. È importante ridurre il tempo tra l'attacco dei patogeni e la creazione di nuovi anticorpi per ridurre la possibilità di ammalarsi.

Riassunto
    Prima linea di difesa - riduce la possibilità di infezione e riduce la comparsa della malattia .
    Seconda linea di difesa - elimina i patogeni , evita le allergie , rafforzare la difesa immunitaria perciò accelerare il recupero in caso di malattia.
    Fagociti ingoiano gli agenti patogeni e inviano messaggi.
    Le Natural killer seguite dalle cellule T iniziano il loro lavoro di eliminazione.
    Le cellule T memorizzano gli agenti patogeni, informano le Natural killer delle informazioni raccolte sui patogeni
Le cellule B producono anticorpi.

Fonte: Ganoderma The Ultimate Herbal Medicine dal dottor Deng -Hai Chen , capitolo 3, Application of Ganoderma in Immune ModulationIn poche parole, è così che il ganoderma lucidum modula il nostro sistema immunitario. 


acquista prodotti al ganoderma lucidum su: www.fungoganoderma.dxneurope.eu